L’agopuntura per i cavalli da corsa

Appassionato da sempre di cavalli da corsa (è infatti proprietario della scuderia di galoppo Zen, a Milano), il dottor Khuong ha elaborato delle tecniche di agopuntura da applicare su questi animali per mantenerli nella loro forma migliore.
A volte un cavallo, pur avendo tutte le qualità atletiche per vincere, non riesce a diventare un campione per motivi molto sottili: un piccolo problema articolare, di muscoli, di tendini. Oppure una cattiva circolazione delle energie lungo questo o quel meridiano che intorpidiscono organi e nervi. O ancora l’ansia, oppure l’insicurezza.
Un cavallo da corsa è come una vettura di Formula Uno: basta il minimo squilibrio per impedirli di esprimere tutta la sua forza.
L’agopuntura è lo strumento ideale per risolvere problemi di questo tipo, permette la “messa a punto” perfetta. Avendo una scuderia e montando personalmente i suoi cavalli da corsa, il dottor Khuong è inoltre in grado di valutare direttamente di quanto migliorano le loro prestazioni, dopo aver praticato le terapie mediante gli aghi.
E questi gli ha permesso di affinare molto le sue tecniche. Grazie all’agopuntura egli è riuscito molte volte a rimettere in condizioni di vincere cavalli che attraversavano periodi di crisi.